Cosa vuol dire impianto fotovoltaico integrato e che vantaggi dà?

Il fotovoltaico integrato rappresenta una soluzione efficace quando la propria abitazione è sottoposta a vincoli paesaggistici. Si tratta di restrizioni che non consentono di alterare l’aspetto dell’edificio, ad esempio installando i pannelli fotovoltaici sul tetto tramite delle strutture di supporto.

In questi casi è possibile optare per un impianto fotovoltaico integrato, in grado di mimetizzarsi nella copertura dell’edificio e limitare l’impatto estetico di tale sistema. Vediamo cosa vuol dire esattamente fotovoltaico integrato, quali sono i vantaggi di questa soluzione e quanto costa.

Cosa significa impianto fotovoltaico integrato

Con fotovoltaico integrato si intende un impianto inserito perfettamente nella struttura edilizia esistente, ossia con il pannello fotovoltaico integrato nella copertura dell’abitazione. In genere, infatti, in un impianto fotovoltaico normale i pannelli sono installati al di sopra di una struttura esistente, ad esempio utilizzando staffe e supporti per fissare i moduli sopra il tetto piano o a falda.

Tuttavia, se i vincoli paesaggistici rendono difficile il montaggio dei moduli sul tetto dell’edificio, a causa del loro impatto visivo, è possibile optare per un tetto fotovoltaico integrato. In questo caso i pannelli fotovoltaici sono parte integrante della copertura, oppure sono installati eliminando una parte del tegolato.

Questo permette di rendere i pannelli integrati nel tetto dell’edificio. I moduli assolvono alla doppia funzione di protezione dell’abitazione e generazione di energia elettrica a partire dalla luce del sole. Si tratta di soluzioni come le tegole fotovoltaiche, ovvero il fotovoltaico integrato nelle tegole della casa.

impianto fotovoltaico integrato

Le tipologie di fotovoltaico integrato

Un impianto fotovoltaico può avere diversi livelli di integrazione con la copertura dell’edificio, ognuno dei quali prevede delle caratteristiche specifiche e richiede l’utilizzo di tecnologie e materiali diversi. Ecco le tipologie di fotovoltaico integrato tra cui è possibile scegliere in base alle esigenze applicative e ai vincoli esistenti.

Impianti fotovoltaici integrati

In questo caso il pannello integrato è tutt’uno con il tetto, con i moduli che assolvono alla funzione di produzione di elettricità e di protezione dalle intemperie e dalla pioggia. Si tratta di un tetto fotovoltaico integrato innovativo costituito da tegole con celle fotovoltaiche incorporate, oppure di pannelli fotovoltaici installati in modo complanare alla superficie senza strutture di supporto.

impianto fotovoltaico conviene

Impianti fotovoltaici parzialmente integrati

Per capire cosa significa impianto fotovoltaico parzialmente integrato, bisogna considerare questa soluzione come una via di mezzo tra un sistema perfettamente integrato e uno non integrato. In pratica, i moduli vengono ancorati al tetto e sporgono lievemente dall’involucro, ma non fanno parte del rivestimento dell’edificio e sono considerati una struttura autonoma.

Questi impianti garantiscono un impatto estetico minimo, infatti non modificano la struttura del tetto e le staffe di supporto non sono visibili dall’esterno. È un approccio usato ad esempio nei tetti a falda, quando è possibile sfruttare l’inclinazione naturale del tetto senza installare supporti particolarmente alti e visibili.

Impianti fotovoltaici non integrati

Si tratta degli impianti fotovoltaici tradizionali, ovvero quando i pannelli sono installati su un tetto piano mediante strutture che rialzano e inclinano i moduli per ottimizzarne il rendimento. In questo caso le staffe di supporto dei pannelli sono visibili dall’esterno, quindi hanno un impatto estetico significativo.

L’unica funzione dei moduli fotovoltaici è quella di generare energia elettrica, mentre non devono proteggere l’edificio dagli agenti atmosferici. È una soluzione indicata quando non esistono vincoli paesaggistici, perciò è possibile modificare l’aspetto dell’edificio senza particolari restrizioni.

Quanto costa un impianto fotovoltaico integrato?

Il costo di un impianto con pannelli fotovoltaici integrati nella copertura dell’edificio dipende da alcuni aspetti, tra cui le spese per l’acquisto dei moduli e degli altri componenti e i costi di manodopera. In media, il prezzo delle tegole fotovoltaiche è di circa 70 euro al metro quadro, ma non si tratta dell’unica soluzione disponibile sul mercato.

I pannelli fotovoltaici integrati nelle tegole possono essere anche dei moduli in silicio amorfo, monocristallino o policristallino che sostituiscono parte della copertura, con costi che dipendono dalle caratteristiche del pannello in termini di qualità, potenza e rendimento.

Ad ogni modo, il costo di un impianto fotovoltaico integrato da 3 kW può andare da un minimo di 15.000 euro fino a un massimo di 50.000 euro, a seconda dell’efficienza delle tegole o dei moduli fotovoltaici utilizzati e della complessità dell’installazione. In questo caso le spese per la manodopera e le opere edilizie sono elevate e incidono molto sull’investimento complessivo.

I vantaggi dei pannelli fotovoltaici integrati

Scegliere di installare i pannelli fotovoltaici al posto delle tegole offre alcuni vantaggi importanti:

  • impatto estetico minimo, una soluzione ideale quando l’edificio è soggetto a vincoli paesaggistici stringenti e non consente l’ancoraggio dei pannelli con staffe e strutture di supporto a vista;
  • possibilità di integrazione in una copertura nuova o esistente, infatti le tegole fotovoltaiche o i pannelli integrati si possono installare sia in una copertura già presente eliminando le tegole esistenti, sia nella superficie di un edificio nuovo ancora da costruire;
  • elevata efficienza energetica, a patto di dimensionare correttamente l’impianto, riuscire ad orientare bene i pannelli ed evitare ombreggiamenti dovuti a ostacoli come comignoli e antenne.

Conviene il fotovoltaico integrato o non integrato?

Se l’edificio non è sottoposto a vincoli paesaggistici, la soluzione più conveniente per chi desidera installare un impianto fotovoltaico rimane la scelta di un pannello integrato parzialmente o non integrato. In questo modo è possibile beneficiare di costi più bassi, un maggiore rendimento e un’installazione più semplice e rapida.

Ad esempio, con i pannelli fotovoltaici NWG ad alto rendimento è possibile usufruire di un costo dell’impianto da 11.000 a 15.000 euro per un impianto da 3 kW con accumulo, oppure da 17.000 a 25.000 euro per un sistema da 6 kW con batteria integrata da 5 kW.

In questo modo si può realizzare un investimento economicamente più sostenibile, recuperando prima la spesa iniziale attraverso il risparmio energetico. Inoltre, poiché i pannelli e la copertura sono due strutture distinte, è possibile semplificare la manutenzione ed evitare rischi di infiltrazioni e umidità in casa.