Chiunque sa che è una tecnologia che permette di produrre energia pulita sfruttando la luce del sole. Tutti sanno che si tratta di una fonte rinnovabile che permette di ridurre le emissioni inquinanti in atmosfera. Molti sanno ormai che, come fonte di energia pulita, sarà il futuro di un nuovo modello energetico che scalzerà le fonti fossili in esaurimento. Si sa “cosa è” il fotovoltaico, ma non tutti sanno come funziona il fotovoltaico.

Come funziona un impianto fotovoltaico?

I pannelli fotovoltaici, costituiti dall’unione di più celle fotovoltaiche, convertono l’energia dei fotoni in elettricità. Il processo che crea questa “energia” viene chiamato effetto fotovoltaico, ovvero il meccanismo che, partendo dalla luce del sole, induce la “stimolazione” degli elettroni presenti nel silicio di cui è composta ogni cella solare.

Semplificando al massimo: quando un fotone colpisce la superficie della cella fotovoltaica, la sua energia viene trasferita agli elettroni presenti sulla cella in silicio. Questi elettroni vengono “eccitati” e iniziano a fluire nel circuito producendo corrente elettrica. Un pannello solare produce energia in Corrente Continua.

Sarà poi compito dell’inverter convertirla in Corrente Alternata: energia che può essere usata per alimentare le varie componenti presenti all’interno della casa o dell’edificio. Gli edifici domestici e industriali, infatti, sono predisposti per il trasporto e l’utilizzo di corrente alternata.

Cosa succede, però, quando non si utilizza l’energia prodotta dai pannelli? O come si può coprire il fabbisogno energetico durante la notte quando i moduli non stanno producendo elettricità? Per far fronte a questi naturali problemi, esistono due possibili soluzioni, entrambe molto valide. La prima è quella individuabile nello scambio sul posto. Se durante il giorno il sistema fotovoltaico produce più energia di quella necessaria a coprire il fabbisogno energetico, l’eccesso verrà immesso nella rete pubblica per essere utilizzata altrove.

Chi immette energia nella rete riceverà un credito che andrà a compensare il prelievo di energia dalla rete pubblica durante la notte quando i pannelli solari non stanno producendo.

Il sistema di accumulo di NWG Italia:
la Ricarica di Energia.

L’elemento di unicità dell’impianto fotovoltaico a firma NWG è rappresentato dal sistema di accumulo virtuale che rispetta l’ambiente chiamato RICARICA DI ENERGIA. La ricarica di energia copre il tuo fabbisogno energetico notturno, per le ore in cui l’impianto non produce energia. Grazie alla Ricarica di Energia*, avrai quindi diritto per 10 anni ad uno sconto sugli importi in bolletta nella sezione Energia Fornita.

* La promozione “10 anni con ricarica di Energia” è riservata ai clienti che installano con NWG Italia un impianto fotovoltaico NWG TAURUS con 25 anni di garanzia e che scelgono come fornitore di energia elettrica NWG Energia con contratto Luce Amica o Luce Amica 2030. Lo sconto da promozione, fino ad un massimo pari al numero di kWh riconosciuti in base alla potenza dell’impianto installata, come risultante da collaudo, si applica sugli importi contenuti nella bolletta Luce Amica nella sezione Energia Fornita (voci “energia fornita”, “perdite di rete”, “quota variabile”).